Go to Top

ESPERIENZE & TESTIMONIANZE

TESTIMONIANZE DI PAZIENTE next prev

  • «La scorsa estate, sono stata operata a seguito di una caduta di 2,50m su di una superficie in cemento. Mi sono fratturata 2 vertebre lombari. Lo choc dell’incidente mi ha immediatamente immobilizzato e insieme ai dottori abbiamo avuto paura che non potessi mai più camminare. Il Dottore Barreau ha realizzato l’intervento all’Ospedale di Bordeaux (Francia). Sin dal giorno seguente, ho potuto riprendere a camminare e ho recuperato progressivamente tutta la mobilità. Anche se oggi, ho ancora qualche dolore, sono felice della facilità e dell’efficacia dell’intervento.»

    Marine, paziente ad agosto 2010, 23 anni

  • "Sono stato operato con SpineJack® a gennaio 2014 dopo una caduta da 17 metri mentre mi trovavo nella fase finale di un’operazione di soccorso alpino. Avevo una frattura della vertebra L1. L’operazione è stata praticata dal dott. Vouaillat presso la Clinique des Cèdres di Grenoble. Ho potuto riprendere molto presto le mie attività professionali e sportive, dopo avere ottenuto un certificato di idoneità. Oggi posso portare uno zaino di 15kg, sciare e scalare senza riserva alcuna."

    Bruno N., Professionista del Soccorso Alpino, 36 anni

TESTIMONIANZE DI MEDICI next prev

  • «Come professore di radiologia osteoarticolare, tratto ogni anno dai 100 ai 200 pazienti affetti da fratture vertebrali da compressione. Ho usato il SpineJack® per trattare una decina di pazienti che avevano subito un trauma con frattura vertebrale e la tecnologia Vexim mi ha permesso di ripristinare al meglio l’anatomia delle loro vertebre. Per ora, uso essenzialmente il SpineJack® per trattare i traumi, perché dentro la frattura non vi è ancora fibrosi e i frammenti riprendono meglio la loro posizione anatomica. Generalmente, i pazienti osteoporotici si rivolgono al medico tardi. Penso, però, che bisognerà usare più spesso il SpineJack® per questi pazienti perché questo tipo di frattura crea un certo grado di cifosi. Dopo 15 anni d’evoluzione della cifoplastica, ritengo che la tecnologia Vexim sia la prima ad offrire un sistema in grado di ripristinare al meglio l’anatomia della vertebra e che potrebbe definitivamente sostituire la cifoplastica».

    Prof. Theumann, Professore di radiologia osteoarticolare dell’Ospedale Universitario di Losanna (Svizzera)

  • «Da 3 anni uso il SpineJack® e ho potuto trattare più di 150 pazienti con questa tecnologia. Il SpineJack® mi permette di ripristinare dal punto di vista anatomico la colonna vertebrale dei pazienti, in modo semplice e sicuro. Il 90% degli interventi eseguiti presso la divisione spinale dell’ospedale usa il SpineJack®. Ritengo che Vexim offra una delle migliori tecnologie innovative per il trattamento delle fratture vertebrali da compressione: dopo l’intervento i miei pazienti sono sicuri di ritrovare la loro qualità di vita iniziale.»

    Prof. David Noriega, chirurgo ortopedico, presso l’Ospedale Clinico Universitario di Valladolid (Spagna)

Scarica la brochure